Edizione 2019
martedì 6 agosto 2019
Presentato il 2° Monte Gazza Wild Running

Il Comitato Organizzatore della Monta Gazza Wild Running
Il Comitato Organizzatore della Monta Gazza Wild Running

Dopo l’edizione zero dello scorso anno il «Monte Gazza Wild Running» ritorna domenica 11 agosto con un’importante novità. Lo hanno comunicato gli organizzatori del Gs Fraveggio nel corso della presentazione ufficiale dell’evento presso la sede di Magnitudo Mountain Activity Outlet di Trento. La competizione, che ha come teatro la montagna che domina la Valle dei Laghi e che è una fra le più panoramiche dell’arco alpino con una vista a 360 gradi sulle Dolomiti e sui laghi del Basso Trentino, si sdoppierà, proponendo due tracciati di gara: un lungo da 25 chilometri con un dislivello positivo di 2.000 metri ed uno più breve, con uno sviluppo di 14 chilometri e dislivello positivo di 800 metri.
Un «Monte Gazza Wild Running» per tutti i palati dunque, con la sfida lunga che vedrà la partenza da quota 427 metri a Fraveggio per affrontare subito la salita verso Lon, percorrendo la strada forestale che taglia le pendici del Monte Gazza fino a giungere, dopo un tratto a ghiaioni, ai 1.944 metri di passo San Giacomo, il punto più alto della competizione. Seguirà la discesa verso Bocca di San Giovanni (1.572 metri), quindi un altro tratto di impegnativa salita verso Monte Ranzo a quota 1.836 metri, giro di boa ai 12 km, da dove inizierà la lunga discesa che porterà al traguardo di Fraveggio.
La sfida short invece partirà dal borgo di Margone a 941 metri, affrontando il sentiero di S. Antonin fino al Monte Ranzo (1.700 metri), dopo 3,5 km di gara. Discesa fino a Margone, leggero tratto di falsopiano e ultima calata verso il traguardo di Fraveggio.
Attesi protagonisti, stando alle oltre 100 iscrizioni pervenute a cinque giorni dallo start, sono Enrico Cozzini, secondo nella edizione lunga del 2018, e Luca Miori del team Hoka one one, nonché Francesco Lorenzi, recente argento ai campionati italiani trail marathon 2019. In campo femminile occhi puntati invece su Elena Sassudelli dell’Atletica Trento, Giulia Orlandi del Comano Mountain Runner (seconda alla Vigolana skyrace di pochi giorni fa), quindi sulle due atlete di casa Lorenza Beatrici e Maddalena Sartori.
Il programma prevede partenza della gara lunga alle ore 8.30 da Fraveggio, mentre la sfida short prenderà il via alle 9.30 da Margone. I record da battere sono quelli stabiliti dodici mesi fa da Enzo Romeri con il tempo di 2 ore e 24 minuti e da Victoria Piejak con il tempo di 3 ore 4 minuti e 40 secondi.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,109 sec.