Perché una nuova gara

Il Gruppo Sportivo Fraveggio, fin dalla sua costituzione (nel 1990), propone iniziative volte a valorizzare il territorio in cui svolge la propria attività, la Valle dei Laghi, in Trentino. La zona si presta particolarmente alla pratica della corsa, trattandosi di un'area che si distende come un gigantesco tappeto ricamato dai cento colori, steso ai piedi delle Dolomiti, che scende dolcemente a lambire il Lago di Garda.
Il progetto che ha preso vita nel 2018 valorizza questa filosofia, la «Monte Gazza Wild Running» vuole infatti abbinare la dimensione agonistica con quella più meditataiva, legata all’esplorazione di un ambiente naturale suggestivo ma poco frequentato e per questo ancor più adatto ad una corsa nella natura, nel corso della quale, percorrendo le mulattiere, i sentieri e i prati ricchi di fiori e colori, non sarà raro imbattersi negli animali selvatici, che popolano la zona.
È importante che i partecipanti affrontino la gara con l'approccio giusto, lo spirito di chi, curioso del territorio in cui vive o di cui è ospite, vuole andarne a scoprire passo dopo passo gli angoli più nascosti e proprio per questo più suggestivi. Il silenzio tipico di chi cammina o di chi corre è quello che riesce, meglio di altre andature, ad accompagnare una scoperta in modo approfondito ed emozionante.
L’ardore atletico e la passione sportiva porterà gli atleti a muoversi con gli occhi puntati sul sentiero, sulla schiena di chi è davanti, sul cronometro, ma noi speriamo che possano trovate il tempo per fermarsi ad ammirare il paesaggio, convinti che il valore aggiunto dello sport praticato all’aria aperta sia proprio conciliare la prestazione fisica con la disponibilità a conoscere luoghi nuovi e lasciarsene coinvolgere emotivamente.
Come accennato, l’obiettivo degli organizzatori è di promuovere e valorizzare nella sua completezza un territorio, quello del Monte Gazza, tutto da scoprire, facendo squadra e sistema con molte associazioni di volontariato e lavorando ad un obiettivo comune, di alto livello, di sicura qualità, che conferma un grande attaccamento alle nostre comunità e che propone uno spettacolare abbinamento tra sport e natura, un binomio vincente in una provincia paesaggisticamente unica nel suo genere come il Trentino.

Albo d'oro

2018: Enzo Romeri (2h25'26") - Wiktoria Piegjac (3h04'40")